Home » Migliori Cuffie: come scegliere quelle giuste per te!

Migliori Cuffie: come scegliere quelle giuste per te!

come scegliere le cuffie

Comprare un paio di cuffie non è sempre facile. Infatti, se si vuole acquistare un modello avanzato, il processo di scelta del migliore per le proprie esigenze può essere particolarmente complicato. Gli appassionati di audio, o gli utenti estremamente esigenti che richiedono il massimo dal loro “sistema audio” non comprano nessun componente se prima non l’hanno provato. La stessa cosa si può dire delle cuffie. Ci sono modelli costosi e di fascia alta disponibili. Andare in un negozio per provarle di persona o cercare di scegliere online il modello migliore per le proprie esigenze senza nemmeno una conoscenza di base del mercato può essere frustrante.

Nelle righe qui sotto troverai diversi consigli e suggerimenti che ti saranno certamente utili durante il tuo processo decisionale, insieme a definizioni essenziali per permetterti di determinare obiettivamente la qualità delle tue prossime cuffie. Prima di tutto, dobbiamo fare una distinzione: ci sono cuffie progettate per un uso multimediale, principalmente per musica o film, e cuffie da gioco o cuffie da gaming. Si riconoscono dal loro aspetto, ma anche da alcuni dettagli, come il supporto per il suono surround (non sempre presente) o la presenza di un microfono integrato.
Ora che conosci le basi, è il momento di conoscere alcune delle migliori cuffie disponibili sul mercato.

Formato delle cuffie

I diversi tipi di cuffie sono tutti definiti dal tipo e dalla forma della loro imbottitura. Ogni categoria ha le sue caratteristiche, e la dimensione è sicuramente una di queste. Essa determina anche, insieme ad altri fattori, le proprietà musicali ed estetiche di ogni cuffia sul mercato. La seguente lista comprende le principali categorie.

Cuffie chiuse

Le cuffie chiuse garantiscono un alto livello di isolamento acustico. Ma possono dare fastidio a chi non è abituato ad indossarle. Sono preferibili se sai che le userai in ambienti rumorosi o se sai che le userai per un lungo periodo di tempo, perché possono affaticare tanto. Per quanto riguarda lo spettro sonoro, tendono ad enfatizzare le basse frequenze, l’eco e gli effetti musicali. Dal lato audio, tendono ad enfatizzare le basse frequenze, il riverbero e gli effetti musicali, che di solito sono meno fedeli rispetto alla traccia originale.

Cuffie aperte e semi-aperte

Le cuffie aperte forniscono il miglior comfort, ma offrono solo una qualità del suono mediocre. Se cerchi un compromesso tra i modelli chiusi e quelli aperti, ci sono cuffie semi-aperte che offrono sia una buona qualità del suono che un buon isolamento.

Cuffie on-ear

Le cuffie on-ear sono comode e compatte: sono piccole e si appoggiano direttamente sui lobi delle orecchie, senza coprire tutto l’orecchio. Le cuffie on-ear sono state progettate per essere facilmente trasportabili e alcuni modelli hanno una struttura pieghevole. Forniscono meno isolamento acustico rispetto alle cuffie aperte, anche se ci sono alcuni modelli che utilizzano una tecnologia avanzata di cancellazione del rumore esterno.

Tipi di cuffie: cavo o wireless?

Ci sono cuffie tradizionali che possono essere collegate ai principali dispositivi elettronici utilizzando solo un jack standard da 3,5 millimetri. Oltre a questo, ci sono varie tecnologie digitali per collegare le cuffie ai dispositivi, come ad esempio, USB per i PC, USB Type-C per gli smartphone e Lightning per i dispositivi Apple.
Tuttavia, ci sono anche cuffie senza fili, le cuffie wireless. Queste possono essere basate su varie tecnologie:

  • Cuffie a radiofrequenza senza fili (RF): hanno una portata di 100 metri e offrono un audio di buona qualità, ma sono soggette a molte interferenze.
  • Le cuffie a infrarossi: sono molto convenienti, ma la loro portata è limitata.
  • Cuffie bluetooth: Gli auricolari Bluetooth sono i più comuni al giorno d’oggi. Non sono economici come i modelli a infrarossi o a radiofrequenza, ma offrono il vantaggio di poter essere usati con computer, smartphone, televisioni e altri dispositivi. Inoltre, permettono di controllare la riproduzione multimediale ed effettuare chiamate, ma solo se si dispone di un microfono. La loro portata è inferiore a quella delle cuffie a radiofrequenza, ma comunque non è troppo limitata. La qualità del suono è generalmente buona, ma le cuffie con filo restano comunque la prima scelta in caso di qualità.

Alcune caratteristiche tecniche

Ci sono diverse caratteristiche tecniche che devi cercare nelle cuffie: possono avere driver più grandi o più piccoli, e possono essere fatte di materiali diversi. La maggior parte dei modelli ha driver al neodimio, che offrono un’eccellente qualità del suono pur pesando molto poco. Più grande è il driver, migliore è la qualità del suono. I driver più grandi sono di solito più comodi, ma possono essere pesanti e scomodi se indossati per lunghi periodi di tempo.

Ci sono anche varie tecnologie di cancellazione attiva del rumore sul mercato che usano il tuo microfono per catturare i suoni ambientali, e poi inviano frequenze specifiche alle tue cuffie per contrastarli. Il risultato è un modo molto artificiale ma molto efficace per isolare un ascoltatore dall’ambiente circostante.